No current events.

Scambi Culturali

SCAMBI CULTURALI
Il circolo culturale Oficina di Buenaventura continua ad esportare il suo nome e quello di Castelfranco in giro per l'Italia e per il mondo.

Nell'ultimo fine settimana la compagnia nata qualche anno fa dentro alle mura del circolo, "Oficine Teatrali", è stata alla Comune di Bagnaia, dove ha messo in scena lo spettacolo "Gli Uccelli", diretto da Barbara Riebolge.

Un'iniziativa anomala, vista la location: un piccolo teatrino all'aperto che trova spazio nella comune (si tratta di una comunità in cui convivono all'incirca una trentina di persone, sia famiglie, che single; è a pochi chilometri da Siena). Lo spettacolo ha riscosso particolare interesse, rivolto soprattutto all'allestimento scenico.

Si rinforzano così i rapporti tra il circolo e la Comune di Bagnaia, avviati l'inverno scorso quando alcuni esponenti di quest'ultima avevano presentato al Buenaventura un video girato in occasione del venticinquesimo anniversario della comune stessa. Poi, "La Gabbia dei Bonobo" è tornata alcuni giorni fa dalla Bosnia, dov'è andata a suonare.

Si tratta di un gruppo nato di recente negli spazi del Buenaventura (lo formano Paolo Gussetti, Anna Zorzi, Luca Bonin, Luna ed Ilic Bertolo, Chiara Pesce). Hanno segnato tre appuntamenti: Petrovo, Mostar e Doboej. L'esperienza più singolare l'hanno vissuta nella prima delle tre cittadine, dove hanno suonato su un palco in cemento che non era più stato utilizzato dall'inizio della guerra. Il loro è stato il primo concerto da allora.

Infine, un paio di settimane fa, Emanuele Pozzobon, uno della vecchia guardia del Buenaventura, ha portato la voce del circolo in Turchia, ad Aldana, ai confini con la Siria.

Il Buenaventura ha così preso parte, attraverso la sua rappresentanza castellana, ad una serie di corsi e di dibattiti, durati tutta una settimana, incentrati sul tema della gestione di conflitti di identità ed etnico - culturali.

(dal Gazzettino di Treviso, di MATTEO CERON)

 

URGENT CALL FOR POTENTIAL EVS VOLUNTEERS!

Facendo parte della rete TEH abbiamo la possibilita di partecipare al progetto SVE e fare degli scambi di volontari  tra i centri culturali della rete. Ecco i progetti disponibili per la scadenza di 1 settembre. Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Leggi tutto...

 

Il Buenaventura pensa alla nuova sede

Il Buenaventura pensa
alla nuova sede
Il circolo dovrà lasciare la circonvallazione
Castelfranco

Il Buenaventura lascia la circonvallazione e pensa alla nuova sede . Tra un anno scade il contratto d'affitto, che non potrà essere rinnovato, e non si sa ancora dove troverà spazio il circolo. I volenterosi soci stanno lavorando per individuare una soluzione che possa venire incontro alle molteplici esigenze del centro. Intanto, si ragiona sui nuovi locali di cui si comporrà la nuova struttura e si organizzano eventi per mettere da parte quattrini. Uno di questi, il "Banana Party", che si terrà domani sera, oramai tradizione per chi frequenta il circolo, e sempre capace di attirare gente da ogni dove. Questa è la quarta edizione, e quest'anno parte del ricavato andrà in un fondo che servirà per acquistare materiale tecnico e luci che saranno util izzati nella sala, che verrà destinata agli spettacoli teatrali ed ai concerti, in progetto per la nuova sede . Tra le altre cose, al Buenaventura un paio d'anni fa è nato un progetto che ora ha dato vita ad una vera e propria compagnia teatrale "Oficineteatrali", guidata da Barbara Riebolge. Si tratta di un gruppo eterogeneo che coinvolge persone provenienti da realtà differenti che, pur non facendo teatro di professione, portano avanti con successo progetti, quali laboratori e spettacoli, che danno la possibil ità a tanti, non solo giovani, ma anche ultrasessantenni, di cimentarsi nell'esperienza teatrale. In diversi, ad accogliere l'appello atto a finanziare i materiali che occorreranno nella nuova sala del nuovo Buenaventura , e quindi, domani sera, si daranno da fare diverse associazioni che allestiranno i loro stands negli spazi del circolo (Cooperativa Commercio Equo e Solidale, La Locomotiva, Idemo, Scuola Internazionale di Shiatsu). Suoneranno due bands (Transisters e Insane Mood), poi, DjSet (Mike Rhess, Dj Fashion&Sister, Dj Misha, Sil via Sex, Le Baguettes, Marco L.), performance audio-video (Bntmrc77, Dee-Yevotchka, Chigil iaeremi) ed expo di Sil via Bragagnolo.

(dal Gazzettino di Treviso, di MATTEO CERON)

 

La curiosità

La curiosità
Danza contemporanea, teatro e musica negli spazi dell'ex Fram . A partire da lunedì prossimo, e fino alle fine del mese, e poi ancora a settembre, si terranno laboratori e seminari organizzati da "Oficineteatrali" e "Il Corpo Pensante", in collaborazione con Fram _menti. Ad aprire i lavori, due proposte di Laura Moro (S.N.D.D., Amsterdam), danzatrice, coreografa ed insegnante che si divide tra Italia e Olanda per portare avanti progetti di ricerca, programmi educazionali, spettacoli ed eventi/performance di improvvisazione. La prima, "Improvvise Partiture", è un seminario rivolto ad attori, danzatori e musicisti finalizzato a produrre uno spettacolo di improvvisazione diretto da uno o più conduttori secondo il metodo impro-compositivo coniato dalla stessa insegnante. La seconda consiste in una serie di lezioni di tecnica contemporanea. Il 28 - 29 e 30 luglio, sempre lei condurrà anche "Il corpo pensante", laboratorio di coreografia e improvvisazione. Andrea Fogazzari, a partire da lunedì prossimo e per i quattro giorni a seguire, terrà un laboratorio intensivo di danza e movimento, basato su diverse tecniche di danza contemporanea, yoga e feldenkreis. Passando a settembre: Barbara Riebolge condurrà un seminario di improvvisazione teatrale aperto ad attori e a partecipanti anche alla prima esperienza (3 incontri di 4 ore ciascuno); Anna Bragagnolo, Alessandra Bragagnolo e Margherita Betto guideranno uno stage teatrale rivolto a bambini di età compresa tra gli otto e gli undici anni (5 incontri di 2 ore ciascuno). Dal 16 al 23, gli spettacoli: "Improvvise partiture" e "Groove of ends", di Laura Moro; "Gli uccelli" e "Sogno", regia di Barbara Riebolge. Per informazioni e prenotazioni: 349.3621836 - 334.9534473 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

(dal Gazzettino di Treviso, di MATTEO CERON)